Image description

II Meeting Nazionale VAD 2014

Le Vie Aeree Difficili, la gestione del Paziente nel Comparto Operatorio, Terapia Intensiva

e nelle Aree di Urgenza ed Emergenza

Auditorium del Centro di Formazione Gruppo CariParma - Piacenza, 9-10 ottobre 2014


Il 10 e l’11 ottobre 2014, a Piacenza, presso l’Auditorium del Centro di Formazione Gruppo CariParma, il “Laboratorio Permanente per la Gestione delle Vie Aeree” organizza la II edizione del Convegno Scientifico dal titolo: ”Le Vie Aeree Difficili, la gestione del Paziente nel Comparto Operatorio, Terapia Intensiva e nelle Aree di Urgenza ed Emergenza”.




II Meeting Nazionale VAD 2014

 

Le Vie Aeree Difficili, la gestione del Paziente nel Comparto Operatorio, Terapia Intensiva e nelle Aree di Urgenza ed Emergenza

 

Il 10 e l’11 ottobre 2014, a Piacenza, presso l’Auditorium del Centro di Formazione Gruppo CariParma, il “Laboratorio Permanente per la Gestione delle Vie Aeree” organizza la II edizione del Convegno Scientifico dal titolo: ”Le Vie Aeree Difficili, la gestione del Paziente nel Comparto Operatorio, Terapia Intensiva e nelle Aree di Urgenza ed Emergenza”.


Vedi il programma qui http://www.mattioli1885.com/ecm/672/


RAZIONALE

L’intubazione tracheale difficile e più in generale le Vie Aeree Difficili rappresentano lo “spettro” che accompagna l’attività quotidiana di ogni Anestesista Rianimatore: è prassi comune infatti adottare procedure e protocolli che guidino gli operatori nella gestione delle vie aeree sia in elezione che nell’urgenza, tanto nel paziente chirurgico quanto nel paziente critico.

Gli ultimi anni peraltro hanno visto lo sviluppo di una serie di presidi in grado di supportare l’attività degli specialisti in casi, prevedibili o meno, di ventilazione, laringoscopia o intubazione tracheale difficile: devices extraglottici, strumenti di visualizzazione dell’adito laringeo, strumenti di facilitazione della ventilazione monopolmonare e presidi per l’accesso cricotiroideo o tracheale percutaneo sono entrati a far parte della pratica quotidiana.

Il Dipartimento di Terapia Intensiva, Anestesiologia e Terapia del Dolore dell’AUSL di Piacenza, insieme e grazie ad alcuni tra i migliori esperti italiani, ha istituito un Corso di aggiornamento che si pone come obiettivo quello di affrontare in modo organico e completo i principali aspetti teorico/pratici della gestione delle vie aeree analizzando gli ambiti clinici e i pazienti in cui questo problema si  presenta con maggiore forza e pericolo.

La necessità di garantire a tutti gli operatori del settore un approccio sicuro al problema delle vie aeree difficili deve essere raggiunta attraverso chiare indicazioni di comportamento e lo sviluppo di programmi di formazione teorica e sul campo che prevedano uniformi, stabili e condivise procedure di lavoro assieme al perfezionamento dello skill di gestione di una gamma di strumenti più ampia possibile.

Obiettivo finale è la creazione di un percorso diagnostico terapeutico che faciliti, negli ambiti specifici dell’Emergenza, delle Aree Critiche e dei Comparti Operatori, la previsione della difficoltà all’intubazione, la condivisione di un processo e la scelta adeguata degli strumenti di lavoro per il raggiungimento di un livello di performance di gruppo che consenta la maggior sicurezza per il paziente e l’operatore.

L’evento di ottobre sarà occasione di dibattito e confronto sui temi di maggiore interesse e sulle principali frontiere di sviluppo nella previsione della difficoltà di gestione delle vie aeree, nella scelta degli strumenti opportuni e nella formulazione di piani di lavoro e strategie alternative disegnate sul singolo caso clinico negli ambiti dell’Emergenza, Comparto Operatorio e Terapie Intensive.

 

OBIETTIVI FORMATIVI

  • Contestualizzare “Le Vie Aeree Difficili” ad una realtà da terzo millennio in cui ogni Specialista abbia la capacità di poter sfruttare quanto il progresso ci ha messo a disposizione;
  • Offrire un’ottica di possibili soluzioni in caso di pazienti VAD nelle diverse chirurgie specialistiche, in Terapia Intensiva e nelle aree dell’Urgenza-Emergenza;
  • Training sull’utilizzo di presidi per la gestione delle vie aeree: introduttori tracheali, videolaringoscopi, videoendoscopi, bloccatori bronchiali, presidi extraglottici di 2° generazione;
  • Rendere gli specialisti del futuro coscienti degli strumenti e delle tecniche disponibili oggigiorno per la gestione delle vie aeree;
  • Rendere gli Specialisti del futuro coscienti di come l’identificazione di un piano operativo modellato sul singolo caso clinico necessiti di strategie procedurali alternative che tutelino la sicurezza del paziente.

SEDE DEL CONVEGNO

Auditorium del Centro di Formazione Gruppo CARIPARMA-CREDIT AGRICOLE

Via San Bartolomeo,  40 – PIACENZA

Descrizione immagine
Descrizione immagine